Madeira e Porto Santos

Madeira

Clicca qui per vedere tutte le foto

Madeira e Porto Santos

L’isola rocciosa – 18 – 26 maggio 2007

 

E’ tradizione ormai che la mia mamma ed io ogni anno ci facciamo una settimana di vacanza in giro per il mondo.

Quest’anno la scelta è caduta sulle isole di Madeira e Porto Santo, isole portoghesi posizionate nell’oceano atlantico difronte al Marocco, perché la mamma aveva letto degli articoli molto positivi al riguardo. Il viaggio l’ho organizzato tutto attraverso internet. Voli aerei di linea con la TAP, alberghi prenotati con www.venere.com e www.octopustravel.com. traghetto da Maderira a Porto Santo con www.portosantoline.com.

Costi: volo a/r Milano/Lisbona/Funchal €. 430. con TAP. N.6 notti all’Hotel Duas Torres di Funchal €.213. n.2 notti Hotel Praia Dourada a Porto Santo 129€. Traghetto a/r Madeira Porto Santo €.98.80. volo Madeira/Porto Santo131.92. spesa media per un pasto, a persona 20/25 €.

L’arrivo a Madeirea non è stato dei migliori. Un vento molto forte sull’isola ha fatto si che restassimo bloccate per tutta la notte e parte della mattinata all’aeroporto di Lisbona. Scarsa l’assistenza da parte della TAP, la linea aerea di bandiera portoghese, verso i numerosi passeggeri rimasti a bivaccare nello scomodo aeroporto della loro capitale. A nulla sono valse le proteste al mio ritorno. Se ne sono lavati le mani e noi ci abbiamo rimesso una notte d’albergo!

L’atterraggio a Madeira è stato emozionante sembra di finire contro la collina, talmente è corta la pista! Prendiamo un taxi per farci portare a Funchal, la capitale e troviamo un’autista Schoumacher che si fa pagare 10 € in più del normale, ma questo l’ho scoperto dopo….la tariffa dall’aeroporto che si trova a soli 16km da Funchal è di 25€.

L’hotel, un tre stelle il Duas Torres, non è male. Non stanze ma solo miniappartamenti con angolo cottura, salottino, camera da letto, bagno e terrazza. Il tutto per 35,50 euro a notte!!!!! La colazione non è compresa e costa 4 euro a testa, a buffet. Non è male ma noi abbiamo poi preferito comprarci il nescafè biscotti e frutta al vicino supermercato, aperto fino alle 22.00, ed aggiustarci. La prima impressione dell’isola è di una montagna nel mare, la seconda è di essere troppo edificata.

Funchal è una cittadina molto carina con un bel centro pedonale. Strade strette e pulite, ripide salite, numerosi tunnel per migliorare la viabilità, grande senso civico tangibile dal rispetto ai pedoni alla raccolta differenziata ovunque, anche in hotel. Bella la passeggiata lungo mare nella zona degli hotel, incredibili gli stabilimenti balneari. A Madeira non c’è praticamente spiaggia percui hanno terrazzato pezzi di collina sul mare e ricavato delle piscine naturali e artificiali niente male. Purtoppo la zona di Funchal è molto cementificata e stanno continuando a costruire su tutta l’isola. Ho riscontrato prezzi un pò alti per ristoranti e mezzi pubblici, 1,40 € a corsa! Però si può fare una card ricaricabile all’Horario de Funchal.

Il mio programma di viaggio prevede 2 giorni a Funchal poi il traghetto per Porto Santo dove ci fermiamo 2 notti e tre giorni, poi altri 2 giorni a Funchal. Purtroppo il tempo non è dalla nostra parte molta pioggia e poco sole non ci faranno apprezzare più di tanto queste due isole. i primi due giorni girovaghiamo per la città ed i centri commerciali poi incappiamo per la seconda disavventura di questo viaggio. L’aver sbagliato a sistemare gli orologi ha fatto si che sbagliassimo l’orario di partenza del traghetto per Porto Santo, già pagato dall’Italia, e ci ha costretto a ripiegare sull’aereo. Il volo più breve della mia vita 20 minuti ma caro come l’oro 66 euro a testa! Però non avevamo alternative o così o perdevamo anche i soldi dell’albergo di Porto Santo e il biglietto di ritorno del traghetto. Arriviamo a Porto Santo all’incirca alla stessa ora del traghetto,che ci impiega 2 ore e ½, alle 10,30 del mattino. L’isola è piccola relativamente piatta, il paese è piccolissimo si gira in 5 minuti. L’hotel Praia Dourada 3 stelle è decisamente di livello inferiore a quello di Funchal, pur avendo le stesse stelle, e costando ben 65 € con colazione. Senza infamia e senza lode. Purtroppo il tempo è brutto, vento e pioggia a tratti. Prenotiamo il giro dell’isola col bus locale senza guida, c’è il chiosco per le informazioni sulla piazza del paese. l’autista ci racconta 2 cose nei punti panoramici in cui si ferma, 6 euro, per due ore. Non male. Nell’isola ci sono dei punti decisamente belli. Nel pomeriggio esce il sole e ne approfittiamo per prendere un po’ di sole nella triste piscina dell’hotel, che è nel centro del paese e non ha vista sul mare. Il punto di forza di Porto Santo è la bellissima e lunga spiaggia di cui purtroppo non possiamo approfittare visto che il secondo giorno pioggia e vento sembra non vogliano darci tregua. Proviamo ad andare al centro di talassoterapia, in Italia quest’isola viene sponsorizzata dalle agenzie proprio per questo, dell’hotel Villa Balera a 4 km dal centro. €.5 col taxi, €.0,90 col bus che passa ogni ora. Il centro è molto bello, la struttura è nuova, ma dopo aver scelto i trattamenti che avremmo voluto fare scopriamo che è tutto prenotato anche per i giorni a seguire. A malincuore torniamo sui nostri passi, sempre sotto la pioggia, e pranziamo con un’ottima zuppa alla pastelleria del centro. La zuppa è il piatto forte di queste parti non manca mai e molti la mangiano come piatto unico accompagnata da pane caldo imburrato ed agliato, sia a pranzo che a cena. Normalmente è di verdure ma ci sono anche versioni di carne o pesce. Qui abbiamo mangiato dell’ottimo merluzzo alla “Taverna Inferno” e cenato stupendamente al “Pé na àgua” con pesce alla griglia, zuppa di pesce, dolce e ottimo vino bianco per €. 28 a testa. Non male il tipico pesce di queste isole “l’espada” una specie di aguglia gigante, sfilettato e fritto con le banane. Ovunque abbondano con le porzioni. Col sole Porto Santo assume un altro aspetto. La spiaggia è di sabbia fine ed è piacevole sia passeggiare che rosolarsi al sole. Alcuni bar e ristorantini allietano la passeggiata. Peccato avere la nave alle 18!

Il traghetto è nuovo e molto confortevole ma 49 € a testa per un viaggio di sole 2 ore e ½, è tanto!

Madeira è sicuramente un’isola interessante da scoprire ma le strade strette e le ripide salite non mi hanno invogliato a noleggiare l’auto e così ci siamo affidate ad un tour organizzato nell parte Ovest. Che ci ha portato fino a 1.500 metri di altezza. La vegetazione è fortemente tropicale con piantagioni di banane, papaie e manghi vicino ai vigneti. Molto carini i paesini arroccati sulle scogliere e le piscine naturali ricavate dall’oceano. Il tempo sempre orribile, che ci ha impedito di fare un’altra tipica escursione la passeggiate per le levadas. Da queste parti non parlano italiano visto che il turismo è in prevalenza tedesco ed inglese. Se utilizzate un volo di linea TAP il bus dall’aeroporto al centro di Funchal è gratis, per il contrario costa 5€. Gli orari sono sulla “Monumentale” la via che porta agli hotel. Il prezzo di una corso di bus è di 1,40 €

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *